Prova dei cicli termici

 Scopo

Lo scopo della prova è determinare la capacità di un modulo di sopportare le condizioni di disequilibrio termico, la fatica ele altre sollecitazioni causate da variazioni ripetute di temperatura.

Apparecchiatura

  • Camera climatica con controllo automatico della temperatura, dispositivi per far circolare l’aria al suo interno e per minimizzare la condensazione sul modulo durante la prova. La camera deve essere in grado di sottoporre uno o più moduli al ciclo termico illustrato nella figura sotto riportata.
  • Supporti sui quali montare o appoggiare i moduli all’interno della camera, tali da
    consentire che attorno ad essi l’aria circoli liberamente.
  • Dispositivi per la misura e la registrazione della temperatura del modulo dotati di una incertezza di ±1 °C. I sensori di temperatura vanno disposti sulla superficie anteriore o posteriore del modulo, in prossimità del centro.
  • Dispositivi per l’applicazione di una corrente uguale alla corrente della potenza di picco a
    STC del/dei modulo/i in prova.
  • Dispositivi atti a verificare, nel corso della prova, la continuità elettrica del circuito interno di ciascun modulo.
Ciclo termico della prova.

Ciclo termico della prova.

.

Camara climatica. Pvsmart CR Enea Portici

Camara climatica. Pvsmart CR Enea Portici.